Dimmi in che posizione dormi… e ti dirò chi sei

Il sonno è una condizione di perdita di coscienza necessaria per poter mantenere e recuperare condizioni di funzionalità ottimale. Essendo un’attività che non possiamo controllare, non siamo noi a decidere come dormire.

La posizione in cui si dorme dipende principalmente dalla propria conformazione fisica, ma in realtà secondo gli esperti, a ogni posizione in cui si riposa corrisponde un particolare tratto di personalità. E tu come preferisci dormire, a pancia in su, in giù, a stella o come un bambino nel grembo materno? Scopri, con questo articolo, il linguaggio segreto del corpo.

Dormire in posizione fetale

Dormire di lato, un po’ rannicchiati: questa posizione, detta fetale, racchiude già nel nome molto del suo significato. È infatti la posizione che assumiamo quando siamo nel grembo materno e che quindi ci riporta a un senso di grande protezione. Chi dorme in questa posizione è in genere una persona scrupolosa e molto attenta ai dettagli. Non lascia niente al caso, è ordinata ma molto sensibile alle critiche e a ciò che succede nel mondo. Per questo motivo, di notte tende a cercare conforto mettendosi in una condizione che lo riporta a un momento di sicurezza.

Dormire a pancia in su

Chi dorme in questa posizione di solito è un soggetto molto determinato e inflessibile. Ha dei principi molto chiari, per i quali sarebbe disposto a battersi a tutti i costi. Ogni tanto però tende a rimproverarsi o a essere molto critico nei confronti di se stesso e del mondo che lo circonda. Sebbene di notte cerchi di rimanere in una posizione ordinata, poi chissà qualche volte, quando lo vede nessuno tende, a rigirarsi. Un consiglio per chi dorme in questa posizione è quello di giorno di lasciarsi andare di più… e di notte di usare un cuscino molto basso per evitare irrigidimenti del collo.

Dormire in posizione stella

Dormire con le braccia sopra la testa e le gambe aperte è segno di caratteri estroversi o di persone che viaggiano molto con la fantasia. Questa è infatti la posizione di chi sogna molto nella vita reale e in quella notturna. Si tratta anche di persone leali, capaci di ascoltare gli altri e dimostrare affetto e amicizia anche con gesti eclatanti. Per loro il cuscino giusto è quello in memory, capace di seguire ogni movimento possibile, garantendo sempre il giusto livello di comfort!

Dormire a pancia in giù

Se ci pensate bene, la posizione a pancia in giù ricorda quella dei paracadutisti in volo. Ecco perché da molti è chiamata anche posizione a caduta libera: chi riposa in questa maniera spesso tende a fare fatica a organizzare la propria vita e sente di non avere molto controllo su quello che accade. Sempre in cerca di punti di riferimento, ha bisogno di stimoli e avventure per divertirsi. Instancabili sul lavoro, sono capaci di gesti fuori dall’ordinario, come sorprese o regali davvero sorprendenti. Attenzione, però, perché possono stancarsi spesso e impigrirsi se la vita diventa troppo abitudinaria. Il consiglio è quello di avere tanti cuscini diversi: visto che si muovo parecchio nel sonno, avranno bisogno di più appigli durante la notte, nei loro voli pindarici.

Di capita di tirare le coperte o stringere forte il cuscino?

Nel magico mondo del sonno un aspetto importante è determinato dal proprio rapporto con lenzuola e coperte. Chi ha bisogno di avere molti strati sul proprio corpo, di solito ha un carattere timido e introverso. Chi invece ama scoprirsi e tende a stare spesso con uno dei due piedi scoperto ha un’attitudine più creativa, a volte anche confusionaria. Se invece ti capita di stringere forte il cuscino, probabilmente stai attraversando un momento difficile e almeno di notte cerchi consolazione e un po’ di conforto. Se, infine, metti spesso la testa sotto il cuscino o ti svegli senza guanciale al suo posto, forse ti trovi male con quello che stai usando.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *