Borse e occhiaie: addio all’effetto “panda” in modo naturale

Colpiscono 7 donne su 10 e sono in assoluto l’inestetismo che rende più stanco e pesante l’ovale del viso. Ma le borse sotto gli occhi, che in genere risultano più evidenti al mattino, in realtà non sono solo provocate dal cattivo riposo o dal sonno interrotto: spesso all’origine del gonfiore e degli aloni scuri che cerchiano le orbite già all’inizio della giornata vi è uno stato di intossicazione organica.

Se dormiamo poco questo sintomo
viene accentuato dalla stanchezza
non smaltita, ma ci sono altri fattori più profondi che possono determinare
l’insorgere delle occhiaie

Ci sono altri fattori più profondi che determinano l’insorgere delle occhiaie

  • Un’alimentazione troppo ricca di grassi;
  • la ritenzione idrica o la tendenza a bere troppo poco;
  • una cattiva ossigenazione dovute a disturbi respiratori (anche d’origine allergica);
  • il consumo di alcol e nicotina;
  • anche una pur lieve insufficienza epatica o renale.

Ecco come ridurle in modo naturale

Quando però le occhiaie non sono così marcate e “fisiologiche” da richiedere l’intervento del chirurgo estetico, che spesso risolleva gli strati di cute che tendono a cedere, peggiorando l’inestetismo, è però possibile prevenirle, ridurle e cancellarle seguendo alcuni semplici accorgimenti.

Il massaggio decongestionante
con un cubetto di ghiaccio

Il primo rimedio da utilizzare in caso di occhiaie, il più naturale e rapido di tutti, è il ghiaccio. L’azione del freddo permette infatti di mitigare velocemente le occhiaie grazie all’azione vaso-costrittrice: riducendo il diametro dei vasi sanguigni aumenta la velocità di circolazione del sangue. In questo modo si favorisce il drenaggio delle scorie localizzate e la diminuzione dell’edema che determina il colorito scuro della cute sotto agli occhi.

Come si usa
Basta prendere un cubetto di ghiaccio dal freezer, avvolgerlo in un fazzolettino di stoffa e massaggiarlo per qualche minuto nella zona intorno agli occhi: dopo il trattamento, tutta la cute perioculare sarà più tesa e molto meno gonfia. Ripeti al bisogno o, se hai spesso le occhiaie, anche tutte le mattine.

Contro l’alone scuro bevi il tè di boldo

Il tè di boldo, ricco di alcaloidi e flavonoidi, si prepara mettendo in infusione un cucchiaio colmo di foglie secche di boldo (in erboristeria e nei negozi di cibi naturali) per 10 minuti, si filtra e si dolcifica con poco miele. Bevuto prima dei pasti un paio di volte al giorno, il tè di boldo sostiene la digestione migliorando la produzione di bile e riattivando il fegato, con effetti benefici subito visibili sulla “tenuta” della pelle anche intorno agli occhi.

Il massaggio con l’iperico

Se il tuo contorno occhi ha bisogno di un piccolo “lifting”, prova questa maschera delicata e nutriente da fare in casa: servono 3 cucchiai di tintura di erba di San Giovanni mescolati a 2 cucchiai di miele grezzo di arancio e a 3 cucchiai di succo di cetriolo fresco. Applica il composto intorno alla zona occhi. Lascia agire 10 minuti. Sciacqua con acqua tiepida. Se la tua pelle è secca, unisci un cucchiaino di olio di calendula. Poi, per continuare la cura, la sera applica intorno e sotto gli occhi un velo di oleolito di iperico, che ti aiuterà a conservare la cute compatta e a prevenire la comparsa di “borse”.

Per le borse c’è l’olio di rosmarino

Dopo il massaggio con il cubetto di ghiaccio, fai dei suffumigi con l’olio essenziale di rosmarino. Basta metterne 6-7 gocce in un bacinella piena di acqua bollente ed esporre il viso (a occhi chiusi) sul vapore che se ne sprigiona. Per rendere il trattamento più efficace, copriti la testa con un asciugamano in modo da disperdere meno vapore possibile. Il rosmarino aiuta a diminuire l’edema grazie alla presenza di alfa-pinene borneolo, canfora e cineolo, principi attivi a effetto tonico e drenante.

Il mix portentoso per gli occhi gonfi

Per gli occhi gonfi serve Chicory, utile per migliorare la circolazione locale e contrastare i ristagni, Crab apple, efficace per liberare i tessuti cutanei dalle scorie, e Clematis che rivitalizza contemporaneamente la circolazione sanguigna e linfatica.

A ogni cambio di stagione, quindi, ti consiglio di assumere per via orale questi fiori di Bach: in un flaconcino con contagocce da 30 ml, riempito con acqua naturale e un cucchiaino di brandi, diluisci 2 gocce di ogni rimedio; assumi 4 gocce 4 volte al dì, sempre a digiuno, per cicli di almeno 3 settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *